INTERVISTA A CHIARA ARRIGONI, CHE CI RACCONTA DELLE PAURE DI OGGI

October 16, 2018

Il male è tantissime cose. Oggi siamo tutti spaventati da grandi minacce, che pur impensierendosi, paradossalmente ci sembrano qualcosa di molto lontano, una sorta di fiction crudele trasmessa quotidianamente in tv. Insomma, pensare al male come qualcosa di grande contribuisce ad allontanarlo. Pensiamo alle guerre, ai genocidi, all’Olocausto. Senza dubbio quello è il male. Ma è qualcosa, che in fondo, non ci tocca personalmente. A mio parere, però – ed è ciò che mi interessa maggiormente anche come autrice – il male di cui forse dovremmo preoccuparci è quello di cui noi siamo capaci, senza nemmeno saperlo finché non ci troviamo in una determinata situazione. Oltre al tema del lavoro mi interessa molto infatti il concetto di un contesto esterno che esercita una pressione sull’individuo, costringendolo a chiedersi «Chi sono io e cosa sono disposto a diventare?».

AIDS E ORGIE PER RICCHI ANNOIATI, PARLA CHIARA ARRIGONI

October 04, 2018

Tuttavia, c’è anche un altro aspetto della rabbia che porta a un abbruttimento. Quella del contesto in cui ci può essere un solo vincitore, come un provino, un colloquio di lavoro. La rabbia che ti porta a sfogarti su qualcun altro, questo è l’aspetto più negativo. 

In parte io la riconosco (non tanto in me, ma in ogni generazione) come un rischio ed è la rabbia che chi sta dall’altra parte della scrivania, in questo caso il signor T., che fa il colloquio di lavoro, conosce e quasi con una forma di sadismo la istiga. La istiga per un suo compiacimento personale, nel caso di questo personaggio, per ottenere un maggior risultato ai fini della sua professione, che è quella di scegliere il migliore. La istiga per tirar fuori, in Sarah, il peggio di lei.

CHIARA ARRIGONI CI PARLA DELLA COMPAGNIA "LE ORE PICCOLE"

October 08, 2018

"In questo caso mi è capitato ciò che mi era successo con Audizione e che capita, in generale, a molti scrittori, intendo dire quando un’idea ti assale ed è quasi completamente formata. (...) Il nostro intento è quello di dipingere un contesto lavorativo che porti l’individuo ad una trasformazione, in negativo, ponendolo anche di fronte a delle prove, per esempio scendere a compromessi che portano, giorno dopo giorno, ad una degradazione morale. Senza addentrarci nei meandri di un’organizzazione come può essere la mafia ma estendendo il concetto di “banalità del male” nella realtà lavorativa di un’azienda o in unconteso di lavoro apparentemente normale."

IDEE CHIARE PER IL TEATRO OFF

July 09, 2018

Più attrice o più drammaturga? 
Sono due vasi comunicanti: ho un approccio da drammaturga quando recito, perché mi interessa raccontare una mia storia; ho un approccio da attrice quando scrivo, perché parto sempre dalla conoscenza di quello che è il mestiere dell’attore.

LE ORE PICCOLE DEL TEATRO INDIPENDENTE

July 01, 2017

“Le Ore Piccole” hanno un entusiasmo grande, e fanno sul serio.
Galeotto fu l’incontro all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico di Roma per i quattro componenti: Chiara Arrigoni e Francesco Toto, hanno ottenuto il diploma del Master di Drammaturgia e Sceneggiatura, mentre Andrea Ferrara e Massimo Leone quello del Triennio per Attori.
Un incontro di creatività che debutta, a fine 2016, con “Audizione”, il primo spettacolo scritto da Chiara, diretto da Francesco e interpretato dalla stessa autrice con Andrea e Massimo.

1 / 1

Please reload